Tra i giochi più diffusi in Italia troviamo sicuramente la briscola. Si tratta infatti di un gioco divertente e molto semplice da giocare per qualsiasi tipo di giocatore.

Un gioco tradizionalmente italiano, ma per molti le sue origini sono da ricercarsi nel Nord Europa, sembra infatti che nel XVII secolo questo gioco venne importato dalla Francia. Secondo molti la briscola venne invece importata in Francia dai vicini Paesi Bassi pochi decenni prima.

Come si gioca

Il gioco si svolge con un mazzo classico da 40 carte, alcuni utilizzano le carte francesi togliendo 8, 9, 10 dal mazzo.

Per vincere un giocatore (o una coppia di giocatori), a seconda se si giochi in due o in quattro, dovrà totalizzare un punteggio maggiore di 60. Infatti i punti totali a disposizione nel mazzo è di 120. Normalmente si giocano 3 o 5 partite per definire chi abbia vinto definitivamente.

L'Asso è la  carta più importante, seguito dal Tre. Le altre carte hanno importanza partendo dal Re arrivando al due seguendo l'ordine decrescente, anche se in realtà le carte che offrono punti sono solamente il Re, la Regina e il Fante, oltre all'Asso e al Tre.

Per calcolare il punteggio bisognerà seguire la seguente formula: l'Asso (11 punti), il Tre (10 punti), il Re (4 punti), il Cavallo (3 punti) e il Fante (2 punti). L'Asso e il Tre vengono definiti 'carichi', il Re, il Cavallo e il Fante vengono invece chiamate 'figure', e tutte le altre carte vengono definite 'scartine'.

Per comprendere al meglio basterà un esempio. Il giocatore giocando l'Asso, riuscirà alla fine della mano a vincere: un Tre, una Regina e un 6, avrà fatto 24 punti: infatti Asso + Tre + Regina + Sei = 11 + 10 + 3 + 0 = 24.

Bisogna però sottolineare che la carta più alta non sempre vince la mano, bisogna infatti sempre tenere presente che la briscola è più forte di qualsiasi altra carta che non sia una briscola. In questo caso anche il due di briscola può avere la meglio su un Asso che abbia un seme differente da quello di briscola.

In quattro

Quando si gioca in quanto i due giocatori che stanno di fronte formeranno una coppia e quindi una squadra. Il mazzo sarà gestito da colui che scoprirà la carta più bassa. Il mazziere dovrà mischiare il mazzo, chiedere al giocatore alla sua sinistra di alzarlo e potrà così iniziare a distribuire una carta alla volta in senso antiorario fino a dare tre carte per ogni giocatore.

Le tre carte distribuite saranno coperte e una volta che ogni giocatore in mano le sue carte il mazziere dovrà scoprirne una al centro del tavolo, posizionandola sotto il mazzo in modo che resti visibile a metà.

Questa carta definirà il seme di briscola, di conseguenza il seme più importante all'interno del turno specifico. Per meglio comprendere ecco un esempio. Diciamo che la carta scoperta è un bastone, in questo caso il giocatore che posizionerà un due di bastoni potrà portarsi a casa anche un Asso di qualsiasi altro seme. Nel caso ci siano  due o più carte di briscola sul tavolo, vincerà sempre quella con il valore maggiore. In questo caso fra un due e un sette di briscola e altre carte di valore differente (con semi differenti), il vincitore sarà il giocatore che avrà posizionato sul tavolo il sette di briscola.

A iniziare il gioco sarà il primo giocatore a destra di colui che avrà distribuito le carte. Questo giocatore dovrà posizionare una carta scoperta sul tavolo seguito da tutti gli altri giocatori. Non ci sono obblighi in riferimento alle carte da posizionare sul tavolo, non sarà quindi necessario rispondere con carte dello stesso seme. Nel caso nessuno dei giocatori posizioni una briscola o una carta superiore a quella posizionata dal primo giocatore e con lo stesso seme di questa stessa carta, la mano sarà vinta da giocatori di partenza.

Quindi vincerà la mano il giocatore che avrà posizionato la prima carta nel caso che nessuno abbia posizionato una carta dello stesso seme, ma di valore superiore alla sua, o che nessun altro giocatore abbia posizionato una briscola (di qualsiasi valore).

Esempio 1 - Briscola di coppe. Primo giocatore: 5 di spade; secondo giocatore: 7 di danari; terzo giocatore: 3 di spade; quarto giocatore: Donna di spade. Vince la Donna di spade.

Esempio 2 - Briscola di spade. Primo giocatore: 5 di danari; secondo giocatore: Fante di danari; terzo giocatore: 3 di spade; quarto giocatore: Regina di bastoni. Vince il 3 di spade.

Esempio 3 - Briscola di bastoni. Primo giocatore: Regina di coppe; secondo giocatore: 2 di coppe; terzo giocatore: 5 di bastoni; quarto giocatore: Fante gli di bastoni. Vince il Fante di bastoni.

Ogni volta che una mano terminerà, tutti i giocatori resteranno con due carte. A pescare per primo sarà il giocatore che si sarà aggiudicato la mano e gli altri pescheranno una carta seguendo l'ordine antiorario.

Lo stesso giocatore che ha vinto la mano precedente sarà il primo a giocare la carta iniziale nella mano successiva, seguendo l'ordine antiorario. Quando le carte del mazzo saranno esaurite e non ci saranno più carte da pescare si resterà con tre carte, poi con due fino a arrivare a una sola carta per giungere alla giocata finale.

In questo caso si arriva alla fine della partita e si conteranno i punti totalizzati dei giocatori, almeno che un giocatore o una coppia decida di abbandonare la partita prima che i calcoli vengono portati a termine. Questo succede normalmente quando si calcola che un giocatore o una coppia abbia già totalizzato più di 60 punti.