Secondo lo psicologo britannico nonchè co-fondatore di GamCare, il dottor Mark Griffiths, i giochi gratuiti di Facebook rappresenterebbero "un pericoloso fattore di rischio" in quanto promuoverebbero la dipendenza al gioco d'azzardo dei teenagers. 

In una nuova intervista di RightCasino.com, il dottor Griffiths sostiene, nel particolare, che giochi diffusi come Zynga Poker e Slotomania "porterebbero gli utenti minorenni a diventare una nuova generazione di giocatori d'azzardo online: 

"I bambini sono stati socialmente condizionati a conoscere tutte le regole dei giochi per sapere come giocare; al contempo conosco molti giovani che non vedono l'ora di essere maggiorenni per poter giocare, per esempio, su siti di poker." 

Il 'mercato del gioco sociale' vanta di un patrimonio netto di $1.7 miliardi e si prevede che crescerà di 2,5 miliardi dollari entro il 2015. Il pericolo, secondo l’opinione del dottor Griffiths, è che il gioco sociale potrebbe essere sfruttato come una sorta di 'droga di passaggio' per indurre successivamente a giocare con soldi veri. 

“Gli adolescenti hanno giocato e si sono abituati a guadagnare punti per così tanto tempo, che, di conseguenza, vogliono essere in grado di monetizzare le proprie competenze." 

 

La tecnica dell’instradamento

 

Un’indagine del 2014 portata a termine da VentureBeat ha rivelato che circa 350 milioni di giocatori hanno tentato la fortuna (virtuale) su Zynga Poker. La mancanza di un limite di età fa sì che tra gli utenti ci siano milioni di bambini e adolescenti che vi accedono ogni giorno. 

Il dottor Griffiths è preoccupato del fatto che i giochi di casino gratis potrebbero mettere in atto una tecnica di instradamento a favore dei marchi di gioco d’azzardo che ambiscono a reclutare nuovi giocatori. Recentemente Zynga ha cercato di sfruttare la popolarità della sua applicazione di poker gratis con il lancio di un client con soldi reali nel Regno Unito.

"Questo meccanismo prevede che, se si vuole lanciare un prodotto di gioco d'azzardo, è possibile farlo utilizzando una di queste tecniche d’instradamento per convincere gli utenti che stanno già giocando gratuitamente offrendo loro l'opportunità di giocare. "

Il dottor Griffiths (che ha scritto molto riguardo ai comportamenti dei giovani dipendenti dal gioco), afferma che molti genitori non sono in grado di riconoscere il rischio psicologico rappresentato dai giochi di casino gratis. 

"I genitori spesso acquistano crediti per i loro figli", spiega l’esperto "C'è un sentimento che ci dice che non dobbiamo preoccuparci, perchè tanto i ragazzi stanno giocando gratuitamente. Ma, in realtà, i nostri ragazzi sono socialmente e comportamentalmente condizionati a giocare in un futuro vicino ai giochi d'azzardo ". 

 

Solo per gli adulti

 

La ricerca del dottor Griffiths ha messo in luce il fatto che il gioco compulsivo con soldi reali può essere così forte per i giovani che, per giocare, potrebbero arrivare addirittura a rubare il bancomat e le carte di credito dei genitori o dei fratelli più grandi. 

Mentre, per sua stessa ammissione, il dottor Griffiths "non è contro il gioco d’azzardo", egli sostiene che gli sviluppatori di giochi dovrebbero prendere misure per proteggere i giovani dai pericoli del gioco e della dipendenza in età avanzata, essendo consapevoli che anche i giochi gratuiti sono una pericolosa porta di entrata in questo delicate mondo. 

"Io non sono contro il gioco d'azzardo, sono solo contro il gioco d'azzardo adolescenziale."